Articles

Come il misterioso “Ruggito spaziale” ostacola l’esplorazione cosmica

Il suono non viaggia nello spazio.

Questa è la conoscenza che la maggior parte delle persone ha, tuttavia, non è esattamente vera. Le onde sonore funzionano come onde meccaniche vibrando molecole nell’aria che, a loro volta, vibrano le molecole intorno a loro.

Queste vibrazioni creano un’oscillazione di pressione che è nota come onda sonora.

Tuttavia, nel vuoto dello spazio esterno, ci sono troppe poche molecole con cui le onde meccaniche possono interagire. Inoltre, le molecole che esistono sono troppo distanti e hanno interazioni troppo deboli perché le onde meccaniche possano viaggiare correttamente.

Detto questo, se urli nello spazio, il suono continuerà a viaggiare tecnicamente; solo a una frequenza troppo bassa perché le nostre orecchie possano essere ascoltate. In sostanza, non c’è mezzo per le vibrazioni da attraversare. Quindi il suono viaggia nello spazio, è troppo difficile da ascoltare.

La verità è, tuttavia, che lo spazio è estremamente rumoroso; non solo attraverso le onde meccaniche. Per anni, misteriosi “ruggiti spaziali” sono stati rilevati nel cosmo e si verificano così frequentemente che soffocano tutto il resto.

Che cos’è un “Ruggito spaziale”?

Nel 2009, la NASA voleva inviare un dispositivo sopra l’atmosfera terrestre per cercare di scoprire le radiazioni di alcune delle prime stelle dell’universo. Usando la tecnologia per scansionare le radiazioni elettromagnetiche, hanno inviato il dispositivo ARCADE nell’atmosfera.

Sorprendentemente, hanno raccolto onde radio 6x più forti di qualsiasi cosa stessero immaginando, e questi suoni li stanno ancora bloccando oggi.

Sono alieni? Beh, no. Almeno probabilmente no.

Stelle, quasar e altri corpi celesti emettono tutte onde radio. Infatti, la maggior parte delle galassie che abbiamo scoperto, inclusa la nostra, emettono un sibilo morbido.

Gli scienziati ne erano consapevoli quando inviarono l’ARCADE in cielo, ma non erano preparati per la cacofonia dei suoni che sentivano in cambio. Infatti, secondo una fonte, il ruggito spaziale sentito è più forte di tutte le onde radio cosmiche emesse combinate.

Eppure, nessuno sa veramente da cosa proviene il suono. Questo perché il dispositivo che hanno inviato ha permesso un’ampia scansione delle sorgenti di radiazioni. A causa di ciò, il dispositivo non è stato in grado di individuare ciò che stava causando il ruggito.

Quello che gli scienziati sanno è che il ruggito spaziale probabilmente non ha origine nella Via Lattea. Le forme di radiazioni scansionate dal dispositivo ARCADE sono state quasi tutte mappate nella nostra galassia. Pertanto, probabilmente viene da qualche parte ancora più lontano.

Ci sono alcune teorie su ciò che causa questo fenomeno. Alcuni ipotizzano che sia il suono di alcune delle prime stelle dell’universo. Altri pensano che potrebbero essere galassie lontane tutte raggruppate insieme, o forse grandi nubi di gas al loro interno; più grandi di quanto potremmo mai immaginare.

Ecco il problema con il ruggito spaziale: incasina davvero la ricerca di vita extraterrestre.

SETI, o la ricerca di intelligenza extraterrestre, è in prima linea nell’esplorazione cosmica per la vita. Tuttavia, una delle loro più grandi tattiche nella scansione dell’universo è alla ricerca di radiazioni elettromagnetiche che potrebbero essere trasmissioni da altri mondi.

Quelle trasmissioni sarebbero probabilmente onde radio, una forma di onde elettromagnetiche. A differenza delle onde meccaniche, non è richiesto alcun mezzo per far viaggiare un’onda radio. Questo è il motivo per cui è l’elemento di spicco cercato nello spazio. È anche il motivo per cui i film ambientati nello spazio a volte tagliano tra silenzio e rumori forti durante le sequenze d’azione nel vuoto; lo scopo di rappresentare la prospettiva di un ascoltatore che passa tra l’esterno e l’interno del casco dell’astronauta.

Questo è dove il problema con il roar spazio entra in gioco. Immaginatevi dietro una cascata. Vedi i tuoi amici che ti cercano, quindi urla contro di loro, ma continuano a guardarsi intorno confusi.

Non hanno alcuna speranza di sentirti sopra il ruggito della cascata. Il tuo suono dovrebbe essere notevolmente forte per essere notato.

Alcune persone temono che il ruggito spaziale abbia nascosto potenziali segnali provenienti da altri mondi che altrimenti potremmo essere stati in grado di scoprire. Teoricamente, dato il nostro attuale livello tecnologico, molto probabilmente dovremmo aspettare che tutto ciò che sta causando il ruggito spaziale si estingua.

Tuttavia, se la fonte del rumore è qualcosa di simile a una nube di gas, che ha una durata incredibilmente lunga, potrebbe essere centinaia o addirittura migliaia di anni prima che il cosmo si calma.

Pertanto, sarebbe estremamente vantaggioso per SETI e altri gruppi se fosse stata trovata la fonte specifica del ruggito spaziale. Sapendo questo permetterebbe ai ricercatori di tenere conto di quel tipo specifico di onda radio nella loro ricerca e fattore fuori.

Ad esempio, invece di cercare di urlare sopra la cascata menzionata nell’esempio precedente, cosa succede se hai appena chiamato i tuoi amici e hai detto loro? Sentirebbero ancora la cascata, certo, ma sarebbero in grado di sentire da te.

È un tratto di un’analogia, lo so, ma aiuta a ottenere il punto attraverso.

Altrimenti, sarà come cercare di mettere a fuoco mentre static sta suonando a un volume estremamente alto in background. La chiave per superare il ruggito spaziale, per quanto riguarda potenzialmente beneficiare la ricerca di vita extraterrestre, è quello di identificare ciò che sta causando il rumore.

Non sono sicuro di quanto tempo nel futuro potrebbe essere prima che questa tecnologia sia disponibile, ma non ho dubbi che stia arrivando. C’è sempre la possibilità che il dispositivo ARCADE o un altro simile possa essere inviato di nuovo nell’atmosfera; questa volta programmato per soffocare il ruggito spaziale.

Il ruggito spaziale è un’affascinante anomalia cosmica che potrebbe teoricamente avere una moltitudine di cause. Mentre alcuni sono più probabili di altri, è divertente teorizzare su cosa potrebbe essere.

Quale pensi sia la causa del ruggito spaziale? Dimmi di sotto. Pensi che abbia un impatto sulla ricerca di vita aliena o pensi che non siano correlati? E ‘ un argomento interessante.

Soggiorno sano e sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.