Articles

La grande transizione di San Quentin come struttura non designata

La transizione della prigione di Stato di San Quentin da una struttura di popolazione generale (GP) a una struttura di programmazione non designata ha scoperto vecchi pregiudizi e collaborazioni non comuni.

San Quentin back in the day

La risposta dei detenuti alla nuova designazione degli alloggi è tanto diversa quanto la popolazione carceraria.

La maggior parte dei detenuti è stata indifferente all’afflusso di nuovi arrivati, mentre altri sono stati cauti e vigili.

Alcuni prigionieri trasferiti fuori San Quintino perché non volevano trattare con l’ignoto.

Pochi detenuti e amministratori potevano prevedere cosa sarebbe successo quando i detenuti GP e i detenuti Sensitive Needs Yard (SNY) erano uniti in un’unica comunità.

“Alcune persone che sono qui a San Quentin sono veterani e hanno difficoltà a cambiare la loro prospettiva sulle persone”, ha detto Anthony A., un ex membro della banda, “Penso che sia perché il passato è tutto ciò che hanno.”

La maggior parte dei nuovi arrivati sono ex membri della banda che hanno deciso di cambiare la direzione delle loro vite; la loro decisione sta facendo la differenza anche nella prigione.

Sebbene la maggior parte della popolazione rimanga segregata in razze e bande, i nuovi arrivati hanno formato un gruppo multiculturale di prigionieri.

“Che cosa agli estranei sembra pura depravazione è inteso a preservare l’ordine, e proteggere il gruppo,” Prison University Project dice Jody Lewen della Primavera 2018 Newsletter Volume 13, No.1

“Ogni volta che qualcuno si presenta dall’autobus, cerchiamo di abbracciarli perché se le persone sono attive o abbandonate da una banda-tutti sono a disagio quando arrivano”, ha detto Michael R.. “Voglio dare a questi ragazzi l’opportunità che non avevo quando sono arrivato in prigione.”

San Quentin offre le stesse opportunità e programmi di prima, ma come struttura di programmazione non designata, c’è tolleranza zero per la politica carceraria e l’attività delle bande.

“Stiamo creando un sistema in cui il detenuto viene trattato come un individuo”

“Ho deciso di abbandonare la banda perché non volevo prendere una condanna a vita”, ha detto Sergio C., un ex membro della Bay Area gang. “I miei presunti homeboys mi hanno detto che dovevo pugnalare qualcuno e farmi prendere con il coltello. Penso che la mia vita valga più di quel tipo di amici.”

Molti dei nuovi arrivati dicono che per dimostrare la loro lealtà, i membri della banda sono tenuti a fare cose che potrebbero guadagnare loro più tempo di prigione, in alcuni casi anche una condanna a vita.

“Ho pensato molto a quello che volevo per me stesso prima di decidere di allontanarmi dallo stile di vita della banda”, ha detto Michael R.. “Quando ho parlato con mia moglie e i miei figli, sapevo che non potevo più fare queste cose in prigione.”

Michael, Anthony e altri stanno aiutando a guidare i nuovi arrivati in programmi, istruzione e introspezione.

Il California Department of Corrections and Rehabilitation (CDCR) ha ricevuto alcune critiche per il suo spostamento nelle politiche abitative che agli estranei sembra arbitrario.

“Secondo un’analisi RAND, ogni $1 investito in tale istruzione genera almeno return 4 in ritorno economico”, riferisce Fast Company.

All’inizio di quest’anno, il CDCR ha delineato i suoi metodi per frenare l’influenza delle bande carcerarie e promuovere la riabilitazione attraverso l’implementazione di strutture di programmazione non designate e cantieri restrittivi della custodia generale della popolazione (RCGP).

“Questi cantieri non designati sono la soluzione a lungo necessaria ai nostri problemi”, ha affermato Sergio C.. “Prima, ero troppo occupato a cercare di tenere il passo con la politica del cantiere e lottare per la nostra giusta quota di proprietà statale, quindi non mi sono concentrato sulla preparazione per il rilascio e rimanere fuori, ho finito per tornare.”

Ad aprile, Scott Kernan, Segretario del CDCR, ha scritto nell’angolo del segretario che significative riforme della giustizia penale che forniscono incentivi per la riabilitazione hanno anche dato al dipartimento l’opportunità di aspettarsi di più dai trasgressori.

“Stiamo creando un sistema in cui il detenuto viene trattato come un individuo, e con questo cambiamento dobbiamo aspettarci la conformità agli standard comportamentali proprio come nella comunità”, ha scritto Kernan.

La maggior parte dei nuovi arrivati a San Quintino stanno sfruttando le opportunità disponibili.

“Non ho mai visto una prigione come questa”, ha detto Mario, un ispanico della California meridionale, che ha deciso di rimanere. “Stavo progettando di lasciare a causa di ciò che i miei homies potrebbero pensare, ma poi ho pensato che meglio ottenere la mia vita in ordine invece di preoccuparsi di ciò che pensano gli altri.”

Il ruolo della Giustizia Riparativa nel movimento # metoo

Il programma SQ Health Care imposta la barra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.