Articles

Puro associativo agnosia tattile per la mano sinistra: clinica e anatomo-funzionale correlazioni

Associativo agnosia tattile (TA) è definita come l’incapacità di associare informazioni sull’oggetto proprietà sensoriali derivata attraverso tattile modalità con conoscenze precedentemente acquisite e sull’identità dell’oggetto. La compromissione è spesso descritta dopo una lesione che coinvolge la corteccia parietale (Caselli, 1997; Platz, 1996). Riportiamo il caso di SA, un uomo di 61 anni destro colpito dal primo ictus emorragico emisferico destro. L’esame neurologico è stato normale, escludendo importanti disturbi somestetici e motori; una risonanza magnetica cerebrale (MRI) ha confermato la presenza di una lesione emorragica subacuta destra limitata al giroscopio post-centrale e sopra-marginale. Una valutazione neuropsicologica completa ha rilevato un’incapacità selettiva di nominare oggetti quando maneggiati con la mano sinistra in assenza di altri deficit cognitivi. Sono stati condotti una serie di esperimenti per valutare ogni fase dell’elaborazione del riconoscimento tattile utilizzando gli stessi set di stimoli: materiali, forme geometriche 3D, oggetti reali e lettere. SA e sette controlli abbinati sono stati sottoposti agli stessi compiti sperimentali durante quattro sessioni in giorni consecutivi. Sono state valutate la discriminazione tattile, il riconoscimento, la pantomima, il disegno dopo l’esplorazione tattile fuori dalla visione e le capacità di corrispondenza tattile-visiva. Inoltre, abbiamo cercato la presenza di una compromissione sovra-modale della percezione spaziale e di specifiche difficoltà nella programmazione dei movimenti esplorativi durante il riconoscimento. La discriminazione tattile era intatta per tutti gli stimoli testati. Al contrario, SA non era in grado né di riconoscere né di pantomimare oggetti reali manipolati con la mano sinistra fuori dalla vista, mentre li identificava con la mano destra senza esitazioni. La corrispondenza tattile-visiva era intatta. Inoltre, SA è stato in grado di riprodurre grossolanamente la forma globale nei disegni, ma non è riuscito a estrarre i dettagli degli oggetti dopo la manipolazione a sinistra e non è riuscito a identificare gli oggetti dopo aver esaminato i propri disegni. Questo caso conferma l’esistenza di TA associativo selettivo come deficit specifico della mano sinistra nel riconoscimento degli oggetti. Questo deficit non è legato alla percezione spaziale o alla programmazione di movimenti esplorativi. Il trasferimento cross-modale delle informazioni attraverso la percezione visiva consente l’attivazione di un’immagine parzialmente degradata, che da sola non consente il corretto riconoscimento dello stimolo tattile iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.